Open to Art / Giulia Bonora al MCZ

1 Posted by - 10 Aprile 2019 - ceramica contemporanea

GIULIA BONORA in residenza al Museo Carlo Zauli
in collaborazione con Open To Art / Officine Saffi
30 giugno – 6 luglio 2019

Giulia Bonora e’ la vincitrice della residenza al Museo Carlo Zauli, all’interno del premio internazionale Open To Art, organizzato e promosso dalla galleria milanese Officine Saffi.

Dopo Louisa Zahareas che ha vinto nel 2017, Giulia Bonora e’ stata selezionata fra oltre 400 candidati dalla giuria composta da  Felicity Aylieff (artista, Head of programme Royal College of Arts, London), Laura Borghi (Officine Saffi), Flaminio Gualdoni (giornalista, critico d’arte, e docente all’Accademia di Brera), Tom Morris (editore), Isabelle Naef Galuba (direttore di Ariana Museum), Elisa Ossino (architetto), Ranti Tjan (direttore del EKWC) e Matteo Zauli.

 

Giulia Bonora (1986, Ferrara), vive e lavora a Bologna. Diplomata in Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. L’artista indaga il rapporto tra natura e cultura, mescolando diversi linguaggi quali il disegno, la performance, l’installazione e, più recentemente, l’uso della ceramica. Con una tesi di ricerca svolta in Olanda incentrata sul legame tra arte e cibo, ha ideato e sviluppato un metodo di lavoro chiamato Cucina Scultorea. Ha partecipato alla residenza Sundaymorning@ekwc, European Ceramic Work Centre, Oisterwijk, Paesi Bassi (2018), e alla residenza SAC, Fondazione Pino Pascali, Polignano a mare (2014). Recenti mostre collettive: Ceramica contemporanea, Nuovi maestri, Castello di Levizzano (2018), Test Case XVI, EKWC, Oisterwijk (2018), Jewelery, Caroline Van Hoek Gallery, Bruxelles (2016). Recenti mostre personali: Il gesso come la farina, Gallleriapiù, Bologna (2015), Art dinner progetto per EXPO, MLB Home Gallery, Ferrara (2015).